lunedì 5 maggio 2014

Meglio rimorsi che rimpianti

Circa cinque mesi fa mi sono tatuata sul braccio la frase "Meglio rimorsi che rimpianti", come ad autoimpormi una regola. Rischiare, avere coraggio, uscire fuori dalle righe, non avere paura di vivere esperienze nuove.
Nonostante questo mi sono resa conto che a volte proprio non ce la faccio a rischiare ci sono cose come amicizie, rapporti veramente lunghi e persone che valgono veramente tanto e con cui non possiamo giocare alla fortuna.
Forse staremo per sempre stipati nella nostra friendzone di merda ma almeno non avremo perso una delle cose a cui teniamo di più. Forse a volte non avere coraggio è solo aver prudenza, è solo avere riguardo di preservare le cose importanti, è solo sacrificarsi in nome di qualcosa di più.
Se rischiassi e perdessi in questo caso non me lo perdonerei mai. Avrei buttato tre anni della mia vita nel cesso e un'altra volta dovrei ricominciare tutto daccapo e non so se ce la farei.
Non so se in questo momento ho le spalle abbastanza grandi da reggere una delusione del genere.
Certo, potrebbe anche esserci il caso in cui mi vada bene, ma qui le possibilità si decimano e la paura che lui possa provare pena per me mi scoraggia ancora di più in questa scelta.
So che se non gliene parlerò lo perderò lo stesso. Lui se ne andrà, io lo so. Anche se dice che non può fare a meno di me, ci stiamo facendo veramente troppo male a vicenda e quando lui troverà un'altra io sarò solo un bel ricordo.
Vi lascio con una canzone che accompagna sempre le mie paranoie.